UA-51725861-1
11 Agosto 2020

TREVIGLIESE, CHE PECCATO

Blog 2016-2017
scritto da Admin il 22-11-2016 21:18
(nella foto: la delusione della Trevigliese, battuta fra le proteste per un fuorigioco fantasma)

Un punto nelle ultime tre partite: la rimonta in classifica della Trevigliese, che pareva avviata con impeto ed efficacia dopo i primi – agognati – risultati favorevoli, s´è bloccata di colpo, incatenando la squadra biancoceleste alla zona playout. C´è di buono che diverse altre rivali restano a loro volta impantanate nel fango, causa evidenti limiti oggettivi: ma questo 12° posto in classifica, a solo +3 dall´ultimo, non lascia certo tranquilli in vista della volata che condurrà al traguardo volante di metà campionato.

Certo, perdere con il Crema primo in classifica (e sorretto da ambizioni e investimenti d´altra categoria), fa parte dell´ordine delle cose: ma il problema non è la sconfitta con la capolista, bensì quella della settimana precedente sul campo del Luciano Manara; oppure il pareggio interno con la Rhodense, per un totale di cinque punti che sembravano (anzi, erano) alla portata e invece ora mancano all´appello con tutte le conseguenze del caso.

Tra l´altro, proprio la partita con il Crema ha detto che la Trevigliese potrebbe tranquillamente prendere residenza in ben altre fasce di classifica. Lo 0-1 finale è maturato su calcio di rigore (metà primo tempo), peraltro contestato non tanto a causa del fallo commesso in area, quanto per la posizione di fuorigioco dell´avversario atterrato: posizione segnalata dall´assistente, che però, al momento della concessione del penalty, ha abbassato la bandierina. Facile immaginare le proteste della banda-Poma, che poi ha comunque avuto il merito di rimanere concentrata sul pezzo e giocarsi fino in fondo le proprie chance: così, dopo un primo tempo sofferto, nella ripresa si è vista una squadra capace di mettere alle corde i fortissimi antagonisti, salvati non solo dal portiere, ma pure - all´ultimo minuto – dalla traversa.

Diventa difficile mettere in ordine le sensazioni scaturite da una partita come questa. Delusione, per l´ennesima sconfitta; soddisfazione, per lo spessore di una prestazione orgogliosa; amarezza, per le domeniche bigie sciupate con ben altro atteggiamento; voglia di riscatto, in vista delle prossime sfide. Tutte percezioni valide, da mettere nuovamente alla prova nella prossima, difficile trasferta: sul campo del NibionnOggiono l´undici del Cst si troverà ad affrontare una squadra di notevole caratura, potente soprattutto dalla cintola in su. I lecchesi, ultimamente, si stanno impegnando nell´inseguimento delle migliori, dopo un avvio carico di incertezze: quello che vorrebbe fare, avendone tra l´altro i mezzi, anche la Trevigliese.

Realizzazione siti web www.sitoper.it