UA-51725861-1
20 Settembre 2020

Si apre il nuovo anno,
ma sembra quello vecchio

Blog 2017-2018
scritto da Admin il 16-01-2018 21:57
(nella foto: il difensore Simone Angioletti, schierato contro il Caprino nel ruolo di centravanti)

Sembrava asfittico il punticino con cui si era chiuso il girone di andata (0-0 con la Brianza), ancora peggio è andata nella prima di ritorno. Il Caprino è passato allo "Zanconti" grazie a uno striminzito 1-0, mandando così subito in frantumi le speranze di riscossa coltivate in casa Cst durante la pausa invernale.

Raccontare la prima gara del 2018 è facilissimo: basta fare ´copia e incolla´ da un qualsiasi commento del 2017. La squadra di mister Brembilla ha provato a prendere in mano le redini dell´incontro e ci è anche abbastanza riuscita, senza però mai sfiorare visibilmente la possibilità del vantaggio. Così gli avversari, alla prima concreta opportunità (nata da calcio piazzato alla mezzora), hanno fatto centro e dato una precisa svolta al resto del pomeriggio, vissuto dalla Trevigliese con la consueta angoscia: un´ora di pressione più o meno convinta non ha originato granché, del portiere avversario non si ricordano grandissime parate, e le più nitide opportunità da rete, per quanto sparute, le ha avute in realtà il Caprino (un palo nel primo tempo, un paio di contropiede nel finale di partita).

Insomma, i consueti limiti in zona-gol hanno ancora una volta frustrato le velleità della squadra di casa e a nulla sono valsi gli accorgimenti tattici proposti in uno schieramento a dir poco inedito. Tra l´altro, il difensore centrale Angioletti proposto nel ruolo di centravanti e il giovanissimo Bertocchi (attaccante classe 2001) al debutto assoluto in prima squadra non hanno neppure sfigurato: ma purtroppo neppure questi artifici hanno potuto rivitalizzare un reparto offensivo che già per tutto il 2017 ha offeso davvero ben poco.

Per giunta, i risultati in arrivo dagli altri campi hanno ulteriormente peggiorato la situazione di graduatoria, con la Trevigliese sempre ferma al terzultimo posto e l´Arcellasco Erba (quartultimo, quindi oggi avversario diretto in un teorico spareggio playout) salito a +5. Il 12° posto è ancora più lontano (occupato dal Mapello, che in questo momento sarebbe anche salvo grazie alla forbice), le altre sembrano irraggiungibili: servirebbe davvero una poderosa inversione di tendenza per cambiare la storia di un torneo che ora propone, per giunta, un´altra improba sfida.

Domenica, infatti, la Trevigliese giocherà a Villa d´Almè, contro la terza in classifica: che all´andata, allo "Zanconti", soffrì parecchio per buona parte di gara, ma alla fine riuscì ugualmente a mettersi in tasca i tre punti. Una costante, purtroppo, di questa travagliata stagione.



Realizzazione siti web www.sitoper.it