UA-51725861-1
29 Novembre 2020

La Trevigliese è sempre
destinata a soffrire

Blog 2017-2018
scritto da Admin il 13-12-2017 09:22
(nella foto: la Trevigliese schierata a Verdello, dove verrà sconfitta 1-0 senza demeritare)

Se il calcio fosse pugilato, la Trevigliese non sarebbe tornata sconfitta da Verdello, in virtù di una prestazione sicuramente solida e volitiva, offerta sul campo di una delle grandi di questo campionato. I biancocelesti, penalizzati nel primo tempo da due decisioni arbitrali discusse e discutibili (evidente calcio di rigore negato ad Angioletti sullo 0-0; rete fantasma concessa ai padroni di casa, con Cusaro a spazzare il pallone sulla linea di porta e l´assistente a vederlo comunque al di là della striscia del gol), hanno disputato una gara coraggiosa e ostinatamente votata all´attacco, vana però nei suoi tentativi di sfondamento.

Purtroppo, il calcio non è pugilato e non esistono verdetti ai punti: il Verdello ha così vinto 1-0 e consolidato il suo terzo posto, la Trevigliese rimane terzultima con il suo carico di recriminazioni. In una stagione così tormentata, è davvero inquietante vedere tutti gli episodi ritorcersi contro la causa del Cst, in un affastellarsi di singole situazioni che finiscono sempre per incidere sull´esito generale di questo o quell´incontro.

Poi, che la squadra abbia dei limiti non si discute, anzi sarebbe sciocco negarlo di fronte al bottino insufficiente raccolto nel corso di questo girone di ritorno che volge al disìo. L´assenza di un attaccante cui affidare i destini della fase offensiva s´è fatta sentire sin da settembre e anche domenica scorsa ha impedito che oltre un´ora di gioco trascorsa nella metà campo verdellese sfociasse nell´affondo dell´agognato pareggio: davvero notevole la manovra proposta sotto la neve (tanto da costringere una squadra titolata a difendersi a denti stretti), ma in definitiva il portiere avversario non ha dovuto effettuare nemmeno un intervento degno di tal nome.

Ora, il ritorno di Stefan Nenadovic, che lo scorso anno disputò tutto il girone di ritorno con la maglia del Cst (per poi disputare le prime 13 giornate di questo torneo a Merate), potrebbe accrescere il potenziale offensivo del team; team irrobustito anche dall´innesto di Alessandro Marchini, centrocampista in arrivo dalla Grumellese. Sono i primi due rinforzi di questa finestra invernale, aperta nel momento in cui la fase ascendente invece si chiude: la tappa conclusiva è in programma domenica allo ´Zanconti´ contro il Brianza Cernusco Merate, penultimo in classifica e dunque avversario diretto. Sarà l´ultima partita del 2017, con l´auspicio che il 2018 riservi tutto un altro genere di risultati.


Realizzazione siti web www.sitoper.it