UA-51725861-1
27 Settembre 2020

It's the final
countdown

Blog 2018-2019
scritto da Admin il 09-04-2019 22:10
(nella foto ADC: la pregevole coordinazione di Simone Pilenga, durante la gara pareggiata domenica con il Bresso)

Per la prima volta da inizio campionato, e soprattutto in questo finale di stagione, la Trevigliese vivrà una giornata da padrona assoluta del suo destino. Quello che farà il Sant'Angelo (secondo in classifica: giocherà a Melegnano) non importa, i risultati del Basso Pavese (terzo) e di tutte le altre men che meno: questa domenica, sul campo della Settalese (si gioca a Vignate), la squadra biancoceleste si troverà di fronte un crocevia con tre possibili strade, indicate dai cartelli ‘vittoria', ‘pareggio', ‘sconfitta'. Le basterà evitare la terza e avrà vinto il campionato.

Vantare sei lunghezze di vantaggio sul secondo posto a due giornate dal termine del torneo significa che basterà fare anche un solo punto negli ultimi 180' per diventare irraggiungibili. Ovviamente, sarebbe sufficiente anche un mezzo passo falso degli inseguitori, ma il senso non cambia: il traguardo è davvero vicino, il premio finale è lì che aspetta e di certo l'allegra banda di Cristian Redaelli preparerà questa sfida con l'intenzione di andarselo a prendere. Subito, senza aspettare i risultati degli altri, né tanto meno l'ultima giornata di campionato.

Certo, sarebbe stato bello farlo già domenica scorsa, davanti al pubblico dello ‘Zanconti', che ha seguito con attenzione la gara con il lanciatissimo Bresso e con altrettanto interesse le notizie in arrivo da Sant'Angelo. Là i lodigiani sono stati inaspettatamente sconfitti dal Senna Gloria (1-2), alzando, in pratica, il match-ball alla Trevigliese: ma la schiacciata non è venuta benissimo, perché il pareggio raccolto in rimonta (1-1 al termine di una gara quanto mai irsuta) non è stato sufficiente a mettere una distanza incolmabile fra il primo e il secondo posto.

Il Bresso s'è portato in avanti con la prima azione del secondo tempo, la Trevigliese ha pareggiato alla mezzora con il piedino caldo del giovane Ghirotti (terza rete nelle ultime quattro partite), innescato da una travolgente incursione di Arrigoni. Nell'ultimo quarto d'ora la platea ha di conseguenza invocato l'evento topico, quel secondo gol biancoceleste che avrebbe fruttato non solo la vittoria della partita, ma anche e soprattutto il trionfo in campionato: ma l'attesa è stata vana e il brindisi rimandato. Vedremo se, contro la Settalese – avversario senza più mire di classifica, ma certo motivato dal fatto di incontrare la capolista – il Sant'Angelo potrà essere definitivamente staccato e lo champagne finalmente stappato.



Realizzazione siti web www.sitoper.it