UA-51725861-1
23 Settembre 2020

Domeniche bestiali
per la Trevigliese

Cronache e commenti
scritto da Admin il 28-01-2020 13:37
(nella foto: una fase della gara persa con il Sant'Angelo. Ora la Trevigliese è attesa dalla capolista Vis Nova)

Poiché ogni cosa ha un inizio e una fine, anche la serie positiva che la Trevigliese era stata capace di mettere insieme (sei gare utili consecutive) ha conosciuto la sua conclusione. Domenica scorsa il Sant’Angelo è passato di forza sul prato di via Milano, imponendo la sua superiorità già raccontata dalla graduatoria generale (i barasini sono quinti) con un secco 3-0.

Poco da dire: il Sant’Angelo ha creato occasioni e la Trevigliese ha avuto nel portiere uno dei suoi uomini migliori. Di sicuro, però, i singoli episodi su cui il punteggio è venuto maturando non hanno di certo aiutato la causa biancoceleste: sullo 0-0, la banda-Redaelli ha reclamato un paio di volte il calcio di rigore, soprattutto sulla punizione battuta da Piccinini e respinta dal braccio vistosamente largo di un uomo in barriera. L’arbitro ha fatto proseguire il gioco con ampi gesti e oggi nessuno può dire come avrebbe potuto andare la sfida se le sue decisioni fossero state ben diverse.

Poi, nella fase finale del primo tempo, i rossoneri sono passati a condurre in maniera beffarda, ossia tramite autorete ‘a voragine’ (tiro dal limite e palla impennatasi dopo una vistosa deviazione che ha messo fuori causa Gherardi); e nella ripresa, mentre la Trevigliese provava vanamente a rimettere tutto in gioco, hanno scavato ulteriori distanze con altri due gol, di cui uno (l’ultimo) grazie a un penalty su cui si potrebbe discutere a lungo, ammesso servisse a qualcosa.

Insomma, diciamo che il Sant’Angelo ha mostrato di avere un passo superiore, ma anche che la signora Fortuna, solitamente bendata, stavolta ha visto benissimo e gli ha fornito la sua collaborazione. A Rinaldi e compagni non è rimasto che incassare il duro colpo, prendere atto di una situazione di classifica sempre piuttosto ambigua (ottavo posto, ma solo +3 sulla fascia playout) e cominciare a rivolgere il pensiero al prossimo, gravoso impegno.

Domenica prossima, infatti, i ragazzi del Cst giocheranno a Giussano, sul campo della Vis Nova prima in classifica: che ha sin qui comandato il girone con una sicurezza impressionante, conservando inoltre un’imbattibilità che parla da sola. La Vis Nova è infatti l’unica squadra di tutta l’Eccellenza lombarda (48 formazioni) che non ha ancora perso un solo incontro: ma vogliamo provare a essere esageratamente ottimisti e ricordare che, come accennato a inizio articolo, ogni cosa ha un inizio e una fine. Soprattutto le serie positive.



Realizzazione siti web www.sitoper.it