UA-51725861-1
25 Settembre 2020

Canta Trevigliese:
«Mi sento bene»

Blog 2018-2019
scritto da Admin il 20-02-2019 14:00
(nella foto: altra vittoria esaltante per il gruppo biancoceleste, colta in rimonta giocando 'da squadra')

Otto vittorie consecutive, la Trevigliese, non le aveva prodotte neppure nel campionato 2015-16, quello di Promozione vinto con una irresistibile progressione piazzata in primavera: l’aurea lista, allora, si fermò a sei successi. Questo per conferire il giusto senso delle proporzioni alle imprese che la prima squadra biancoceleste sta regalando ai suoi tifosi in questo campionato vissuto come nei migliori degli auspici estivi.

Dopo la grande impresa infrasettimanale di Sant’Angelo, dove la squadra di mister Redaelli ha offerto una prestazione di inarrivabile tempra – non c’era altro modo per vincere sul campo più rovente del girone – è arrivata l’affermazione esterna di Tribiano. Dove, va detto, far valere la legge dei più forti non è stato per nulla agevole: un po’ per la fatica del mercoledì, costata energie fisiche e mentali; un po’ per la valida resistenza opposta dagli avversari, giustamente decisi a farsi valere contro la prima della classe. I milanesi si sono portati in vantaggio dopo una decina di minuti e alla formazione biancoceleste c’è voluto un po’ – diciamo tutto il primo tempo – per scuotersi dalla piega inattesa e infelice presa dagli eventi.

Dopo l’intervallo, comunque, la forza della squadra (che ha reagito e lottato ‘da squadra’), la qualità dei singoli e la bontà delle scelte tattiche hanno cambiato il corso della storia: come a Cinisello, dove vinse rimontando addirittura da 0-2, la Trevigliese ha preso il possesso del campo e del gioco, pareggiando a un quarto d’ora dal termine su calcio di rigore trasformato da Arrigoni e mettendo a segno con Turini (prima rete per il centrocampista arrivato durante il mercato invernale) il gol dell’esaltante 2-1 quando ormai la lancetta dei minuti aveva quasi esaurito le sue novanta rotazioni sul quadrante.

Così, il nuovo assalto tentato dal Sant’Angelo – che ha facilmente vinto la sua partita; e che sino alla mezzora del secondo tempo s’era riportato a -1 – è stato respinto: ci proveranno sicuramente, i barasini, ancora e ancora nell’ultimo spezzone di questo torneo, che ha già superato il traguardo volante dei due terzi di percorso. Restano nove partite da giocare e, di queste, i biancocelesti ne disputeranno addirittura sei allo ‘Zanconti’, compresa quella del 3 marzo con l’Acos (nella circostanza padrona di casa).

Prima del derby, Rinaldi e soci dovranno vedersela con la Paullese, che si presenterà questa domenica in via Milano: squadra pericolante, dunque affamata di punti salvezza. Tranquilli, comunque, perché in quanto a ‘fame’ la Trevigliese è senza avversari.



Realizzazione siti web www.sitoper.it