UA-51725861-1
23 Settembre 2020

A primavera la squadra
è prima. E vera

Blog 2018-2019
scritto da Admin il 20-03-2019 11:34
(nella foto: Garbero, Serafini e Calchi, tre senatori si consultano in vista del rush finale)

Meno cinque e più quattro. La somma algebrica dice che la Trevigliese ha mosso un passo enorme verso il traguardo: a cinque giornate dalla fine del campionato, infatti, la squadra allenata da Cristian Redaelli vanta quattro punti di vantaggio sul Sant’Angelo secondo in classifica, in virtù di un turno – l’ultimo – quanto mai favorevole ai colori biancocelesti.

Domenica scorsa, infatti, la capolista ha compiuto il suo dovere, vincendo sul campo del Real Melegnano terzultimo in classifica: al contempo, i suoi inseguitori si sono impantanati in una serie di pareggi, che hanno pertanto spinto i barasini indietro quattro lunghezze dal primato e il Basso Pavese addirittura a nove. Troppo presto e troppo poco per cantar vittoria dalle nostre parti, ma di sicuro la lunga volata verso il traguardo finale vede gli alfieri del Cst accompagnati dai migliori auspici.

E a questo punto della stagione, ormai, non conta più il ‘come’, ma solo il ‘cosa’. A Melegnano la Trevigliese non ha certo giocato una partita sfavillante, vincendo 1-0 grazie a un gol segnato in avvio dal giovane Ghirotti e a poco altro: il famoso massimo-risultato-con-il-minimo-sforzo (ammesso e non concesso che giocando a calcio si possano contenere gli sforzi al minimo). Il che, però, non rappresenta certo motivo di cruccio, semmai il contrario: pur senza eccellere la squadra ha raggiunto l’obiettivo, inciso un’altra tacca sul suo cinturone, saltato un altro degli ostacoli disseminati sul percorso. Non ha di certo sofferto le pene dell’inferno, nonostante l'avversario lotti per non retrocedere e dunque, teoricamente, abbia bramosia di punti: la difesa biancoceleste non ha patito la minima incertezza e se un limite va trovato alla prestazione del team è stato quello di non aver piazzato il colpo del ko e chiuso i conti anzitempo.

Ora, comunque, sono altri i conti da fare. Restano cinque partite da disputare, di cui tre allo ‘Zanconti’: la prima, questa domenica, vedrà ospite il Basso Pavese terzo in classifica (detto questo, detto tutto). Poi si alterneranno Villa (fuori), Bresso (casa), Settalese (fuori), Atletico San Giuliano (casa, all’ultima giornata). Non proprio una passeggiata di salute, considerando che, in questo momento, tali squadre occupano tutte la colonna sinistra della graduatoria, dove si sgomita con asprezza per la conquista di un posto ai playoff; e dove, pertanto, si è sostenuti da motivazioni forti. Tranquilli, comunque: quelle della Trevigliese sono fortissime.



Realizzazione siti web www.sitoper.it