UA-51725861-1
21 Settembre 2020

2-2 con la Casatese,
un pareggio che va stretto

Blog 2017-2018
scritto da Admin il 21-11-2017 21:00
(nella foto: Fabio Cusaro ha segnato, su rigore, la rete del momentaneo 2-1 con la CasateseRogoredo)

Il commento di mister Brembilla, al termine di Trevigliese-CasateseRogoredo 2-2: «Questi, per noi, sono due punti persi». Il commento dell´allenatore avversario: «Questi, per noi, sono due punti persi». Altro che ´un po´ per uno non fa male a nessuno´: dopo una partita così, tante e tali sono le recriminazioni sulle reciproche sponde da rendere a tutti indigesto il punticino e gonfio di rimpianti il bilancio di giornata.

La squadra biancoceleste ha visto svanire sul finale l´ipotesi della prima vittoria interna di questa stagione ancora tormentata: s´è trovata sotto di un gol alla mezzora del primo tempo, dopo aver sfiorato più volte il vantaggio (palo esterno di Delcarro, traversa piena di Zanchi) e ha rischiato il tracollo sulla rete del raddoppio ospite, grazie al cielo annullata per fuorigioco; nella ripresa ha subito spinto con convinzione, trovando l´immediato pareggio con Zanchi e poi anche il vantaggio con un calcio di rigore di Cusaro. Una bella prova di carattere insomma, anche perché per la prima volta una situazione di svantaggio è stata completamente ribaltata: e dunque, nella migliore delle prestazioni proposte allo ´Zanconti´, è sembrato davvero possibile condurre in porto l´agognata vittoria.

Invece, l´espulsione di Capelli ha complicato i piani della truppa, regalando alla Casatese la superiorità numerica: e gli sforzi dei lecchesi sono stati ripagati nel finale dal caotico gol del pareggio, con una palla schizzata dal mucchio che Acerbis è riuscito a respingere solo quando - a detta dell´assistente - aveva già superato la linea del gol.

Dunque, se il tecnico della Trevigliese si duole dell´occasione persa ne ha ben donde, e molto più del suo omologo di Casatenovo: perché mai come stavolta la sua squadra, imbottita di giovani un po´ per necessità e un po´ per scelta, avrebbe meritato di uscire dal campo felice e vincente. E purtroppo il piccolo punticino serve solo a muovere la classifica, non certo a cambiarne completamente le prospettive.

Ora, da qui alla sosta, mancano quatto partite e la prima andrà vissuta sul campo del NibionnOggiono secondo in classifica: una trasferta da far tremare i polsi, considerando il valore di una squadra che punta senza mezzi termini alla promozione in serie D. Servirà una grande prestazione per fare punti a Oggiono, ma dopo la bella performance dell´ultima domenica non è folle augurarsi che la missione, per quanto difficile, non sia del tutto impossibile.


Realizzazione siti web www.sitoper.it