UA-51725861-1
21 Settembre 2020

PRIMO ESAME: NON SUPERATO

Blog 2016-2017
scritto da Admin il 07-03-2017 14:18
(nella foto: Pietro Calloni contrastato da un difensore del MapelloBonate)

Così non va bene. La serie di fuoco che dovrà dire parole decisive sulle possibilità di salvezza della Trevigliese è iniziata nel peggiore dei modi: a Mapello, nel primo dei quattro scontri diretti consecutivi messi in calendario a marzo, i biancocelesti sono stati sconfitti per 1-0, subendo per giunta il gol a tempo già scaduto.

Davvero una brutta botta all´autostima, che pareva fortificata dai quattro punti messi insieme nelle due gare precedenti (Cisanese e Merate). La squadra di mister Poma non ha certo giocato una grande partita, però portare a casa lo 0-0 pareva il traguardo minimo e, a quel punto, ormai acquisito: invece, sbilanciandosi nel tentativo di intascare il bottino pieno, l´undici del Cst s´è fatto buggerare al punto da patire una beffa atroce, tornando a mani vuote da una trasferta affrontata con ben altre intenzioni.

Quella giocata sul campo del MapelloBonate non è stata una partita spettacolare: del resto, non sarebbe stato neppure logico attenderselo, un po´ perché la classifica parla chiaro - i valori sono quelli che sono - un po´ perché troppo importante era la posta messa sul piatto. Poche le situazioni da gol, pressoché inesistenti le grandissime occasioni, tranne quella clamorosa e sciupata dagli avversari a fine primo tempo: un calcio di rigore che Acerbis ha respinto con ottima scelta della direzione e del tempo di battuta.

Pure nella ripresa nessuno ha preso il sopravvento, anche se il progressivo allungarsi delle due squadre ha se non altro movimentato maggiormente lo scorrere delle azioni: e nell´ultimo quarto d´ora la Trevigliese s´è giocata il tutto per tutto, innestando la trazione anteriore e provando a dare la spallata decisiva. Invece ha mancato il bersaglio, ha perso l´equilibrio e s´è rovinosamente trovata al tappeto: ad aumentare il rammarico, c´è poi l´occasione per il pareggio incredibilmente fallita al 49´, quando un tiro di Corradi da cinque metri è stato deviato sul fondo non da avversari o portiere, bensì da un compagno trovatosi sulla traiettoria.

Inutile dire che la prossima partita, da giocare in casa con la Rivoltana ultima in classifica, deve obbligatoriamente condurre a ben altro esito. Tra l´altro, proprio questa domenica la società avvierà i festeggiamenti per ricordare il 110° di fondazione, con una piccola cerimonia da allestire in anteprima alla sfida: speriamo davvero sia una festa, prima, durante e dopo la partita.


Realizzazione siti web www.sitoper.it