UA-51725861-1
23 Settembre 2020

La grande sfida?
Fra dieci giorni

Blog 2018-2019
scritto da Admin il 05-02-2019 21:09
(nella foto: 'Pino' Serafini in azione durante la gara di andata con il Sant'Angelo. Il ritorno si giocherà il 13 febbraio in terra lodigiana)

Una giornata di neve, anzi mezza, è bastata a bloccare il calcio regionale, facendo saltare i programmi del sabato e della domenica un po’ in tutta la Lombardia. In alcune zone le precipitazioni sono state copiose (alcuni comitati come Lecco e Monza hanno sospeso l’intera attività), in altre quasi appena percepite, tanto è vero che a Brescia e Cremona il calendario è stato rispettato quasi integralmente.

Il Comitato regionale, dovendo valutare la situazione a livello generale – le sue partite si giocano nell'intero territorio lombardo –, ha deciso tra venerdì e sabato di sospendere ‘con riserva’ la propria attività: in pratica, ha lasciato alle società ospitanti la facoltà di decidere se il proprio campo di gioco fosse agibile e se dunque la gara prevista avesse la possibilità di venire disputata. Così, si è giocato a macchia di leopardo: la neve, domenica, era scomparsa un po’ dappertutto, almeno sotto una certa quota, ma quasi tutti hanno comunque deciso di evitare. Su alcuni campi inzuppati si profilava il rischio ghiaccio, su altri la disputa di un incontro sarebbe stata devastante per le condizioni del terreno di gioco.

Morale: un’infinità di partite rinviate. Fra queste, il big-match Sant’Angelo-Trevigliese, scontro al vertice del girone E di Promozione, la seconda contro la prima (1 punto di differenza), la possibilità di un sorpasso o, al contrario, di un allungo, il fascino di una sfida fra grandi blasoni, eccetera eccetera. Tutto rinviato, anzi congelato (nel senso letterale del termine!): del resto, nell’intero raggruppamento si è disputata una sola partita, vinta dal La Spezia sul Bruzzano per 4-0.

Le date dei recuperi sono già note: la Trevigliese andrà a Sant’Angelo mercoledì prossimo, 13 febbraio, per giocare in notturna (20,30) l’attesissima sfida. Nel frattempo, le grandi rivali avranno affrontato un altro turno, quello della domenica imminente: i ragazzi di mister Redaelli ospiteranno la Rivoltana, penultima; il Sant’Angelo andrà invece a far visita al Bruzzano, dimesso fanalino di coda. Classifica alla mano, dunque, c’è la concreta possibilità che la situazione non cambi granché, considerando che le prime due della graduatoria giocheranno contro le ultime due: è vero che nel calcio può sempre succedere di tutto, però la truppa biancoceleste non può che puntare all’ennesima affermazione, così da presentarsi caricata a mille al topico evento di mercoledì venturo.



Realizzazione siti web www.sitoper.it