UA-51725861-1
21 Settembre 2020

LA TREVIGLIESE VEDE L´ECCELLENZA

Blog 2015-2016
scritto da Admin il 19-04-2016 16:45

Riassumendo il bilancio degli scontri diretti: contro il Tribiano la Trevigliese ha vinto due partite su due. Contro la Rivoltana, ha fatto quattro punti su sei, senza prendere un gol. Certo, contro la Zanconti le sofferenze non sono mancate (un pareggio e una sconfitta), ma oggi possiamo comunque dire che si, quella biancoceleste è la squadra più forte del campionato.
La classifica, del resto, parla chiaro: a due giornate dalla fine, i punti di vantaggio sulla seconda in classifica (la Rivoltana, battuta domenica 1-0) sono diventati cinque. La terza (ora è la Zanconti) è a 9, la quarta (Tribiano) a 10: non si può ancora parlare di campionato deciso, ma di sicuro lo striscione del traguardo è sempre più vicino.
Questa domenica il Cst giocherà a Soresina, con l’obiettivo di chiudere i conti. Vincendo, si ritroverebbe matematicamente promosso in Eccellenza, rendendo inutile l’ultima gara (in casa, con l’Offanenghese); nel caso invece fosse costretto a una frenata – sarebbe la prima della gestione Bolis, fatta sin qui di sei successi consecutivi – l’eventuale festa anticipata potrebbe comunque scattare qualora la Rivoltana non riuscisse a battere il Castelleone, oggi quinto con ritrovate speranze di playoff.
Tutto questo, come detto, a seguito del successo maturato nell’ultimo turno, quello del rendez-vous fra le prime due della classifica. Una gara ovviamente equilibrata, giocata in maniera intraprendente dalla Trevigliese che è apparsa decisa a farne il trampolino di lancio verso la categoria superiore. I gialloblù di Rivolta non hanno demeritato, ma come già accadde all’andata hanno dovuto accontentarsi del gioco di rimessa, avendo i padroni di casa preso in mano le redini della manovra e dettato le proprie geometrie con maggior vigore.
Non tantissime le occasioni da rete, ma certo più nitide quelle biancocelesti, sino ad arrivare alla metà esatta del secondo tempo, quando Galbiati è stato steso in area e l’arbitro ha prontamente indicato il dischetto: capitan Calvi non ha avuto incertezze nell’esecuzione, mettendo in rete un pallone scottante e pesantissimo.
Quel gol ha deciso una partita vitale, ma non ancora il campionato: cinque punti a due giornate dal termine non bastano per far festa, ma di certo aiutano a vivere con fervente fiducia questa settimana d’attesa. Vincere sul campo della Soresinese (sesta in classifica, con impercettibili possibilità di raggiungere i playoff) non sarà facile: ma se accadrà, sarà bellissimo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it