UA-51725861-1
28 Maggio 2017
immagine di testa


News
percorso: Home > News > Dai campi

DOMENICA 14 MAGGIO:
SI DECIDE TUTTO

10-05-2017 21:56 - Dai campi
Se è vero come è vero che la Trevigliese potrebbe salvarsi con due 0-0 nei playout, possiamo dire che il 50% dell´opera è stato realizzato. La partita di andata del delicatissimo derby che mette in palio la permanenza in categoria, disputata domenica sul campo del MapelloBonate, si è chiusa senza vinti, senza vincitori, senza gol. E anche senza troppe emozioni, bisogna dire, come peraltro era logico attendersi da una gara troppo infida per lasciar spazio a ghirigori e sussulti: le due pericolanti si sono punzecchiate senza però fare troppo la voce grossa, preoccupate com´erano di rimanere senza fiato.


La squadra biancoceleste, come al solito, ha fatto valere la sua solida tenuta difensiva (al cospetto di un avversario che peraltro non vanta una forza d´urto devastante); mentre sul fronte offensivo sono come sempre emerse le ben note difficoltà a piazzare i colpi necessari. Con quella di Mapello, fanno sei gare consecutive senza fare gol (540´), cui va aggiunta l´intera ripresa della gara di Rho vinta 1-0 con rete di Vitali a fine primo tempo: totale quasi 600 minuti senza vedere la palla finire nella porta avversaria.

Non sono pochi, decisamente, eppure il destino (e il regolamento) ci dicono che la Trevigliese può permettersi di non segnare neppure nella prossima e ultima partita: sarà quella decisiva che emetterà una sentenza inappellabile, tenendo una delle due squadre in Eccellenza e mandando l´altra in Promozione. Con lo 0-0 il gruppo di mister Poma si salva, così come si salva anche pareggiando in un qualsiasi altro modo (oltre che vincendo, naturalmente): nei playout, che non prevedono supplementari o rigori, i gol in trasferta non valgono doppio e al termine delle due partite, in caso di parità totale a livello di punti e di reti segnate, la salvezza viene consegnata alla formazione meglio piazzata nella classifica generale del campionato.

La Trevigliese ha chiuso davanti al MapelloBonate, così oltre al fatto di poter giocare in casa il ritorno gode ora di questo tesoretto che non va assolutamente dilapidato. Gli avversari - allenati da quell´Alessandro Locatelli che vestì il biancoceleste pochi anni orsono, nella parte finale della sua carriera di giocatore devono assolutamente vincere allo ´Zanconti´ per rimanere in categoria, mentre a Longo e compagni vanno bene due risultati su tre. E 66,66 è una buona percentuale con cui sperare nella salvezza.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]